Chiocciola-fragoline-illustrazione-lumaca-foto-illustrata-irene-renon

Sta finalmente arrivando il periodo dell’anno che aspetto ansiosa e trepidante fin da quando ero piccola, il momento in cui maturano le fragoline di bosco!

Mio nonno le aveva piantate in angolo ombroso dell’orto, vicino ad un alto muro, ricordo che da piccola mi sembravano una distesa infinita. Una delle cose che più amo fare anche oggi è uscire la sera per raccogliere le fragole, metterle in una ciotola, anche quelle mezze verdi che non si sa mai, e star seduta nell’orto, spazzolando l’intera ciotola prima di tornare a casa.

Quando ero piccola era come avere tra le mani un forziere di rubini rossi.

Poco importa se il 99% delle volte arrivavi e metà delle fragoline erano state mangiate delle lumache. Si, perché mio nonno, uomo d’altri tempi, non sopportava l’idea di spargere nell’orto del lumachicida chimico, perciò inseguiva le lumache armato solo di santa pazienza e sale grosso.

Purtroppo però per ogni lumaca barbaramente sciolta nel sale, altre dieci si avventavano indisturbate sulle mie fragoline di bosco!

Io me le vedo ancora le lumache e le chiocciole superstiti con gli occhi che sbrilluccicano e si illuminano alla vista delle fragoline, un po’ come l’illustrazione che vedi qui sopra, creata per celebrare il ricordo di quel matto di mio nonno e di uno dei momenti che più mi ricordano l’arrivo dell’estate.

Io ora esco a far scorpacciata di fragole, sperando di aver aver fortuna! 🙂

A presto, Irene